BusinessCommunity.it - il giornale dei manager e imprenditori Eurozona: a giugno bilancia commerciale in surplus per 26,6 miliardi di euro Eurozona: a giugno bilancia commerciale in surplus per 26,6 miliardi di euroL'Eurostat ha rilasciato il consueto bollettino in merito alla prima stima del commercio internazionale europeo (import ed export) relativa al mese di giugno. Vediamo le due aree di competenza.EurozonaLa prima stima per le esportazioni di merci nell'area dell'euro (EA19) nel resto del mondo a giugno 2017 è stata di 187,2 miliardi di euro, con un incremento del 3,9% rispetto a giugno 2016 (180,2 miliardi di euro). Le importazioni dal resto del mondo ammontano a 160,7 miliardi di euro, in aumento del 6,2% rispetto a giugno 2016 (151,3 miliardi di euro). Di conseguenza, a giugno 2017, l'area dell'euro ha registrato un surplus di 26,6 miliardi di euro nel commercio di beni con il resto del mondo, rispetto ai +28,9 miliardi di euro di giugno 2016. Il commercio nell'area dell'euro è salito a 157,5 miliardi di euro a giugno 2017, in crescita del 3,5% rispetto a giugno 2016. Nel periodo gennaio-giugno 2017, le esportazioni di merci nell'area dell'euro verso il resto del mondo sono salite a 1.087,1 miliardi di euro (un aumento del 7,9% rispetto al gennaio-giugno 2016), mentre le importazioni sono aumentate a 979,4 miliardi di euro (un incremento dell'11,6% rispetto a gennaio-giugno 2016). Di conseguenza, l'area dell'euro ha registrato un avanzo di 107,7 miliardi di euro, rispetto a +129,3 miliardi di euro nel periodo gennaio-giugno 2016. UN ottimo risultato, ma che rivela un calo importante di circa il 20%. Il commercio intracomunitario è salito a 927,4 miliardi di euro nel periodo gennaio-giugno 2017, in crescita del 7,5% rispetto a gennaio-giugno 2016.Unione europeaLa prima stima per le esportazioni extra UE28 delle merci nel giugno 2017 è stata di 158,0 miliardi di euro, in crescita del 4,0% rispetto a giugno 2016 (151,9 miliardi di euro). Le importazioni dal resto del mondo ammontano a 150,9 miliardi di euro, in crescita del 3,9% rispetto a giugno 2016 (145,2 miliardi di euro). Di conseguenza, l'UE28 ha registrato nel giugno del 2017 un surplus di 7,1 miliardi di euro, rispetto ai +6,7 miliardi di euro nel giugno 2016. Il commercio intra-UE28 è salito a 286,2 miliardi di euro nel giugno 2017, +3,9% rispetto a giugno 2016. Nel periodo gennaio-giugno 2017, le esportazioni di beni extra UE28 sono salite a 931,1 miliardi di euro (in aumento del 9,6% rispetto al gennaio-giugno 2016) mentre le importazioni sono salite a 928,7 miliardi di euro (+ 10,7 % Rispetto a gennaio-giugno 2016). Di conseguenza, l'UE28 ha registrato un avanzo di 2,5 miliardi di euro, rispetto a +11,0 miliardi di euro nel gennaio-giugno 2016. Il commercio intracomunitario è salito a 1.675,5 miliardi di euro nel gennaio-giugno 2017, +7,0% rispetto a gennaio-giugno il 2016.Clicca per ingrandire l'immagineScritto da Claudio C. Gandolfo il 17 Aug 2017 12:36... http://www.businesscommunity.it/blog/leggi.php?fileb=blog/17Ago2017Eurozona_a_giugno_bilancia_commerciale_in_surplus_per_266_miliardi_di_euro.txt Eurozona: a luglio inflazione stabile all'1,3% Eurozona: a luglio inflazione stabile all'1,3%Nonostante i mal di pancia dalle parti di Berlino, l'Eurostat ha comunicato che l'inflazione annuale dell'eurozona è stata del 1,3% a luglio 2017, stabile rispetto a giugno 2017. A luglio 2016 il tasso era stato dello 0,2%. Questi dati indicano che sicuramente l'inflaizone è cresciuta ma, specialmente ossevando quella core, siamo ben lontani dal 2% e dintorni che dovrebbe essere l'obiettivo della BCE di Draghi. Sempe l'Eurostat ha comunicato che l'inflazione annuale dell'Unione europea è stata del 1,5% a luglio del 2017, anch'essa stabile rispetto a giugno 2017. Un anno prima il tasso era dello 0,2%. C'è anche chi vede la deflazione, che sembrava retaggio dello scorso anno, Infatti, tassi annui negativi sono stati registrati in Irlanda (-0,2%) e Cipro (-0,1%), mentre i tassi pipositivi più bassi si sono visti in Bulgaria e Finlandia (entrambi 0,6%). I tassi annui più alti sono stati registrati in Lituania (4,1%), in Estonia (3,9%), Lettonia e Regno Unito (entrambi 2,6%). L'Italia si attesta ad un +1,2%, mentre la Germania ad una +1,5%, entrambi sostanzialmente in linea con l'eurozona. Rispetto al giugno 2017, l'inflazione annua è scesa in quattro Stati membri, rimasta stabile in otto e si è alzata a sedici. I maggiori impatti all'aumento dell'inflazione annua dell'area dell'euro derivano da “servizi di alloggio” (+0,10 punti percentuali), “pacchetti vacanza” (+0,06 pp) e “trasporto aereo” (+0,05 pp), mentre “telecomunicazioni” (-0,11 pp), “vegetali” (-0,05 pp ), e “frutta” (-0,04 pp) hanno avuto i maggiori effetti negativi.Clicca per ingrandire l'immagineScritto da Claudio C. Gandolfo il 17 Aug 2017 12:19... http://www.businesscommunity.it/blog/leggi.php?fileb=blog/17Ago2017Eurozona_a_luglio_inflazione_stabile_all_13.txt Eurozona: PIL +0,6% su mese e + 2,2% su anno nel II trimestre Eurozona: PIL +0,6% su mese e + 2,2% su anno nel II trimestreSecondo una stima flash comunicata dall'Eurostat, nel secondo trimestre del 2017, rispetto al trimestre precedente, il PIL destagionalizzato è aumentato dello 0,6% sia nell'eurozona (EA19) sia nell'UE28. Nel primo trimestre del 2017 il PIL era cresciuto dello 0,5% in entrambe le zone. Rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, nel secondo trimestre del 2017 il PIL destagionalizzato è aumentato del 2,2% nell'area dell'euro e del 2,3% nell'UE28, dopo il +1,9% e il +2,1% rispettivamente nel trimestre precedente. L'Italia per una volta non sfigura, con un aumento trimestrale dello 0,4%, e un incremento annuale dell'1,5%, in crescente trend positivo. Sempre su trimestre, la Germania cresce dello 0,6%, la Francia dello 0,5% e la Spagna dello 0,9%. Su anno le differenze si fanno più marcate: +2,1% per la Germania, +1,8% per la Francia e ben +3,1% per la Spagna. Guardando più lontano, nel secondo trimestre del 2017, il PIL negli Stati Uniti è aumentato dello 0,6% rispetto al trimestre precedente (dopo + 0,3% nel primo trimestre del 2017). Rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, il PIL è cresciuto del 2,1% (dopo + 2,0% nel trimestre precedente). Clicca per ingrandire l'immagineScritto da Claudio C. Gandolfo il 17 Aug 2017 10:55... http://www.businesscommunity.it/blog/leggi.php?fileb=blog/17Ago2017Eurozona_PIL_06_su_mese_e__22_su_anno_nel_II_trimestre.txt