Connection Information

To perform the requested action, WordPress needs to access your web server. Please enter your FTP credentials to proceed. If you do not remember your credentials, you should contact your web host.

Connection Type

Migliorprestito.org https://migliorprestito.org Notizie ed opinioni sul mondo dei prestiti Fri, 14 Sep 2018 17:14:10 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.9.8 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass? https://migliorprestito.org/prestito-20000-euro/ https://migliorprestito.org/prestito-20000-euro/#respond Fri, 14 Sep 2018 17:07:10 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2533 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Un prestito 20000 euro è un finanziamento che può essere richiesto sia usando la modalità della cessione del quinto (arrivando

L'articolo Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Un prestito 20000 euro è un finanziamento che può essere richiesto sia usando la modalità della cessione del quinto (arrivando senza difficoltà a una durata fino a 120 rate) che un classico prestito personale.

Si tratta infatti di un importo non eccessivamente elevato, che rimane ben al di sotto della vecchia soglia (ormai superata) sotto alla quale si applica la disciplina del credito al consumo (parliamo per chiarezza di un prestito di 30000 euro).

Prestito 20000 euro: con chi chiedere il finanziamento?

Le principali finanziarie e la quasi totalità delle banche prevedono prodotti che permettono di ottenere un prestito 20000 euro. Quindi la scelta di un prodotto rispetto a quello proposto da una società o banca concorrente deve considerare come prioritari due fattori:

  • la politica di erogazione del credito (che misura la facilità, o viceversa le difficoltà, con le quali si possono ottenere le somme richieste, ovvero nel caso specifico il prestito di 20000 euro);
  • la convenienza: questa va considerata sia come facilità o difficoltà di rimborso (che a sua volta può essere condizionata dalla flessibilità con la quale si possono gestire funzioni od opzioni come il salta rata, il cambia rata, ecc), che come tassi applicati.

?42787347C1905550020 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto bisogna riferirsi principalmente al Taeg che ci da anche la misura dei costi accessori che sono applicati per l’ottenimento del prestito di 20000 euro (ma anche di altri importi, che siano di 5000 o 50 mila euro).

Quindi non c’è una regola univoca, ma si dovrebbero richiedere più preventivi, mettendo nella casistica anche una cessione del quinto ( se si hanno i requisiti oggettivi e soggettivi per la richiesta), e confrontarli.

Attenzione: i preventivi possono essere richiesti in modo illimitato e soprattutto in modo gratuito.

Ovviamente la ricerca di un preventivo può essere più o meno rapida e complicata a seconda che si utilizzino dei prodotti online (come ad esempio per Agos, Findomestic o Compass), oppure da una banca tradizionale (ad esempio Unicredit, Bnl, ecc).

Prestito 20000 euro: esempi con Agos, Compass e Findomestic

Per dare un’idea chiara sulle possibili differenze ed avere valori ‘tangibili’ da confrontare, facciamo l’esempio di 3 alternative che si possono calcolare comodamente online. Tali simulazioni fatte tramite tool calcola rata ufficiali sono tutte eseguite il 14 settembre 2018.

Prestito 20000 euro Agos

Per calcolare il preventivo di una richiesta di prestito 20000 euro con Agos è sufficiente andare sulla pagina del sito ufficiale e inserire intanto l’importo:
Schermata-2018-09-14-alle-18.31.46 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?
Dopo di che bisogna cliccare su Calcola Rata e scegliere il rapporto durata (o numero rate) e l’importo della rata che si ritiene più vantaggiosa o facile da ripagare. Ad esempio supponiamo di aver scelto 120 rate:

Schermata-2018-09-14-alle-15.50.05 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?

Per visualizzare il preventivo dobbiamo cliccare sul pulsante rosso. Al 14 settembre 2018 il tasso applicato come Tan è 6,91%  mentre il Taeg è 7,85%.

Il primo rimane fisso a prescindere dalla durata mentre il Taeg tende a diminuire (N.b. Per una disposizione di legge con l’aumento della durata il Taeg deve ridursi).

Prestito 20000 euro Findomestic

Considerata a lungo la diretta concorrente di Agos, Findomestic nonostante la trasformazione a banca continua a mantenere un passo molto vicino a quella proprio della finanziaria del gruppo Credit Agricole.

Anche in questo caso il calcolo del preventivo è semplice, partendo dal sito ufficiale Findomestic (Gruppo Bnp Paribas). Anche in questo caso partiamo dall’inserimento dell’importo del prestito 20000 euro indicando anche il tipo di impiego (che tuttavia è praticamente ininfluente):

Schermata-2018-09-14-alle-15.53.36 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?

Quindi si deve cliccare sul pulsante Calcola Prestito per arrivare alla pagina dove scegliere il rapporto rata/durata che si preferisce.

Attenzione però, perché l’importo condiziona la durata massima che non arriva per un prestito di 20000 euro a 120 rate!

Schermata-2018-09-14-alle-15.55.44 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?

In questo caso la durata massima è di 9 anni (96 rate). E’ interessante usare le funzione Salva preventivo e Confronta che permette di apprezzare le differenze tra le varie proposte. La simulazione è sempre al 14 settembre 2018.

Prestito 20000 Compass

Tra i tre esempi questo è quello più “nuovo” come modalità di calcolo, considerato che fino a un po’ di tempo fa per ottenere un preventivo di prestito (di qualsiasi importo anche piccolo come 2000 euro e non solo per 20000 euro o maggiore) bisognava recarsi in filiale.

Ora invece sul sito ufficiale Compass si trova il calcola rata apposito. Per scegliere il calcolo su un prestito 20000 euro bisogna spostare il rettangolo rosso mentre lo spostamento dell’importo della rata non è particolarmente indicativo del risultato finale:

Schermata-2018-09-14-alle-15.58.41 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?

Quindi si deve cliccare sul pulsante Calcola. Come si vede dal risultato siamo però in una situazione di prevalutazione.

Schermata-2018-09-14-alle-16.01.17 Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?

Per conoscere le vere condizioni bisogna fornire i propri dati reddituali e personali e solo dopo si conoscono le reali condizioni che verrebbero applicate e quindi si può avere in visione il preventivo.

N.b. In tutti tre i casi si può procedere poi dal preventivo alla procedura di richiesta del prestito da 20000 euro sfruttando la firma digitale, così da iniziare e concludere la procedura on line.

tb Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass?

Conclusioni

Come evidente già da queste tre alternative per la richiesta di un prestito da 20000 euro ci troviamo di fronte ad un ampia scelta. Ricordiamo inoltre che questi sono solo alcuni istituti di credito che permettono di effettuare simulazioni e preventivi online.

Come già detto maggior è il numero di simulazioni effettuate e più facilmente è possibile trovare la soluzione più conveniente in base alle proprie necessità. Come altre proposte troviamo ad esempio (info e condizioni in data 14 settembre 2018):

L'articolo Prestito 20000 euro: meglio Agos, Findomestic o Compass? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/prestito-20000-euro/feed/ 0
Posso estinguere un prestito con un mutuo? https://migliorprestito.org/posso-estinguere-un-prestito-con-un-mutuo/ https://migliorprestito.org/posso-estinguere-un-prestito-con-un-mutuo/#respond Sun, 09 Sep 2018 17:46:26 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2523 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Posso estinguere un prestito con un mutuo? Questa domanda capita sempre più spesso, e la motivazione principale è dovuta al

L'articolo Posso estinguere un prestito con un mutuo? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Posso estinguere un prestito con un mutuo? Questa domanda capita sempre più spesso, e la motivazione principale è dovuta al fatto che generalmente i tassi sui mutui sono più bassi di quelli sui prestiti personali, oppure quelli di consolidamento.

Tuttavia non si tratta sempre di un’operazione fattibile, così come non è detto con assoluta certezza che sarà anche un’operazione conveniente.

Per vedere se la risposta a “posso estinguere un prestito con un mutuo” sia adatta alla propria situazione bisogna vedere se si rientra in tre casistiche:

  • quanto è possibile;
  • per chi è possibile;
  • quando conviene.

Posso estinguere un prestito con un mutuo: quando è possibile e a chi?

Sulla carta non esiste un numero massimo di prestiti e tantomeno non c’è un limite alla coesistenza di un mutuo con dei prestiti. Ciò che può limitare l’accesso al mutuo e contemporaneamente a uno o più finanziamenti sono:

  • la capacità di rimborso che può essere dimostrata dal proprio reddito (con eventuale aggiunta di un garante);
  • l’ammontare complessivo della quota di reddito impegnata dalle rate di finanziamenti già in essere.

tb Posso estinguere un prestito con un mutuo?
Quindi ci troviamo in due situazioni differenti a seconda che abbiamo ancora ‘posto’, nella nostra quota destinata ai rimborsi di rate, oppure questa risulterà satura. Per far capire il concetto facciamo qualche esempio:

  1. Abbiamo un reddito di 1500 euro mensili netti;
  2. Risultano impegnati 200 euro con le rate dei prestiti, ma la nostra quota destinata alle rate può essere nominalmente di circa un terzo, quindi pari a 500 euro;
  3. Quindi ci rimangono circa 300 euro da destinare alla richiesta di un mutuo con il quale sostituire, tramite rimborso anticipato, le rate dei prestiti.

Ci troviamo quindi di fronte ad una situazione ‘percorribile’ a differenza del caso in cui l’importo mensile delle rate è maggiore come ad esempio 400 euro. A questo punto ci rimangono solo 100 euro per ottenere un mutuo, ma così è impossibile ottenere un importo sufficiente per estinguere tutti i finanziamenti già esistenti.

In questo secondo caso quindi dovremmo rispondere alla domanda “posso estinguere un prestito con un mutuo” in modo negativo?

Non è detto perché possiamo sfruttare un mutuo di consolidamento che nasce proprio per sostituire i prestiti già in essere, oppure possiamo sfruttare la cessione del quinto se abbiamo le caratteristiche oggettive e soggettive per al sua richiesta.

tb Posso estinguere un prestito con un mutuo?

Posso estinguere un prestito con un mutuo: quando conviene?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo capire perché stiamo cercando di rispondere alla domanda se “posso estinguere un prestito con un mutuo” e non con un’altra soluzione.

Se quello che stiamo cercando è una soluzione più “conveniente” allora non è detto che questa risponda necessariamente alla richiesta di un mutuo.

Infatti i tassi dei mutui “bassi” ai quali siamo abituati a pensare in termini di convenienza sono quelli di acquisto di prime case. Negli altri casi i tassi tendono ad allinearsi a quelli dei prestiti personali e dei mutui di liquidità.

L'articolo Posso estinguere un prestito con un mutuo? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/posso-estinguere-un-prestito-con-un-mutuo/feed/ 0
Ebitemp prestiti personali 2018: tempi e condizioni https://migliorprestito.org/ebitemp-prestiti/ https://migliorprestito.org/ebitemp-prestiti/#respond Fri, 31 Aug 2018 16:56:07 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2512 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Ebitemp prestiti è uno dei molteplici servizi offerti dall’ente bilaterale nazionale per il lavoro temporaneo. Ricordiamo che Ebitemp, oltre ai

L'articolo Ebitemp prestiti personali 2018: tempi e condizioni sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Ebitemp prestiti è uno dei molteplici servizi offerti dall’ente bilaterale nazionale per il lavoro temporaneo.

Ricordiamo che Ebitemp, oltre ai prestiti personali, offre varie tutele e protezione dei lavoratori che contemplano l’indennità d’infortunio, il sostegno alla maternità, l’accesso agli asili nido oltre che una maggior tutela sanitaria.

Riferendoci specificatamente ad Ebitemp prestiti parliamo in realtà di un fondo di garanzia che è stato è attivato in collaborazione con Mps (leggi carta M’Honey).

Ebitemp prestiti: condizioni

Approfondendo il discorso i finanziamenti offerti dall’ente sono costituiti da piccoli prestiti personali a condizioni, come specificato dello stesso sito ufficiale a settembre 2018, particolarmente favorevoli per i lavoratori interinali. Al di là delle opinioni personali, vediamo se ciò è vero.



?45257189C1265671199 Ebitemp prestiti personali 2018: tempi e condizioni

Sempre secondo quanto evidenziato dal sito Epitemp nella sezione prestiti personali alla data suddetta le condizioni del finanziamento sono le seguenti

  • Importo: min. 500 euro – max. 5000 euro;
  • Tasso: zero;
  • Commissioni pratica e costi di istruttoria: zero.

Come vedremo in seguito per quanto riguarda gli importi richiedibili possiamo andare in contro a limitazioni. La restituzione delle rate avverrà con rid su conto corrente (a riguardo leggi Conto Widiba opinioni appartenente al gruppo Mps).

Durata

Per quanto riguarda il piano di ammortamento degli Ebitemp prestiti questi possono andare:

  • da un massimo di 9 mesi oltre la scadenza del contratto nel caso di importi fino a 2 mila e 500 euro;
  • fino a 3 anni e mezzo per importi superiori.

Come vedremo tra poco la durata è uno dei dati da inserire nel modulo richiesta. E’ comunque possibile procedere all’estinzione anticipata.

Ebitemp prestiti: modulo richiesta

Ma come si richiede il prestito personale con Ebitemp? Il primo passaggio è la compilazione del modulo richiesta che può essere scaricato direttamente alla pagina ufficiale (https://ebitemp.it/lavoratori/agevolazioni/prestiti-personali/) o richiesto alle agenzie consociate presenti sul territorio.

Per chiarezza proponiamo un fac simile di questo modulo, in modo da comprendere i dati necessari per procedere fattivamente alla richiesta del finanziamento Ebitemp.

Sezione 1: DATI ANAGRAFICI 

Cognome…… Nome…….
Nazionalità…………Codice Fiscale…..
Telefono….. E-mail…….(Obbligatoria per la richiesta del prestito)
Comune di residenza….. Codice di avviamento postale……. Provincia………
Indirizzo completo……..
Luogo e data di nascita……..
Agenzia per il lavoro di cui si è ‘dipendenti’…….
Tipologia del contratto di lavoro in somministrazione comprese tutte le proroghe (Tempo determinato, indeterminato od apprendistato)…….
Data inizio rapp. di lavoro…… Data fine rapp. di lavoro…….

Sezione 2: DATI FINANZIAMENTO

Importo richiesto in euro……
Motivazione della richiesta……
Numero di Rate (durata)……….

Sezione 3 DATI DELLA FILIALE MONTE DEI PASCHI DI SIENA DI RIFERIMENTO (N.B. Solo per ‘ritirare’ il prestito, non è infatti necessario avere il conto corrente con Mps!)

Agenzia N° ……..Comune……..
Cod. ABI……. Cod. CAB……..

tb Ebitemp prestiti personali 2018: tempi e condizioni
Sezione 4 IBAN DEL PROPRIO CONTO DOVE VERRANNO ADDEBITATE LE RATE

Una volta compilato il modulo richiesta  dovrà essere inviato ad Ebitemp tramite raccomandata oppure posta elettronica certificata. Gli indirizzi rispettivamente sono:

  • Corso Vittorio Emanuele II, 269 ROMA cap.00056 c/o Ebitemp – accesso al credito;
  • Pec: segreteria@pec.ebitemp.it.

Per l’invio telematico il file dovrà essere esclusivamente sotto forma di Pdf. Insieme al suddetto modulo richiesta è necessario allegare:

  • un documento d’identità e tessera sanitaria (logicamente in fotocopia);
  • la copia del contratto (a prescindere che questo sia a tempo determinato oppure no) comprensivo di tutte le eventuali proroghe;
  • l’ultima busta paga;
  • un ulteriore documento che comprovi l’attuale indirizzo di residenza se non specificato correttamente dal documento di identità;
  • autorizzazione al trattamento dei dati personali rappresentato dall’allegato numero 1 del modulo reperibile all’indirizzo web sopra indicato oppure qui.

Ebitemp prestiti lavoratori interinali: requisiti e limiti

I prestiti personali sono richiedibili da tutti i lavoratori interinali (a tempo determinato e indeterminato) dipendenti dalle Agenzie per il Lavoro logicamente associate a Ebitemp.

Non solo, è necessario che questi abbiano almeno trenta giorni di ‘missione’ ancora da svolgere al momento della richiesta (fa fede in caso di eventuali ritardi il timbro postale e la data di invio della Pec). Questo rappresenta il requisito essenziale per i prestiti fino a 2 mila e 500 euro.

tb Ebitemp prestiti personali 2018: tempi e condizionitpt Ebitemp prestiti personali 2018: tempi e condizioni
Per richiedere un importo maggiore di tale cifra si aggiunge la necessità di aver già estinto un prestito Ebitemp di almeno mille euro.

Non solo per quanto riguarda i finanziamenti fino a mille euro non sarà valutata la motivazione (comunque da inserire nel modulo richiesta). Oltre tale limite la motivazione sarà invece valutata.

Ebitemp prestiti: tempi

Per quanto riguarda la tempistica gli Ebitemp prestiti vengono erogati entro dieci giorni dall’approvazione da parte della commissione preposta (Fonte: sito ufficiale Ebitemp).

La risposta ed eventuali comunicazioni verranno comunicate via posta e con email, come detto, da inserire in modo obbligatorio nel modulo richiesta. La restituzione del finanziamento incomincerà 60 giorni dopo l’erogazione.

Ebitemp prestiti: contatti

Oltre all’indirizzo ove spedire il modulo e la Pec sono presenti altri contatti Ebitemp. Tra questi il numero verde 800672999.

Come specificato dal sito ufficiale gli uffici amministrativi non sono abilitati a rispondere a domande relative alla gestione delle pratiche mentre è possibile recarsi presso le filiali delle Agenzie per il Lavoro o  le sedi di Felsa – Cisl, Nidil Cgil e UILTemp.

L'articolo Ebitemp prestiti personali 2018: tempi e condizioni sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/ebitemp-prestiti/feed/ 0
Fido Mediolanum opinioni: ecco come funziona https://migliorprestito.org/fido-mediolanum/ https://migliorprestito.org/fido-mediolanum/#respond Mon, 27 Aug 2018 16:59:44 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2464 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Il fido Mediolanum, alla pari di altri prodotti similari, è un’apertura di credito in conto corrente o scoperto con “garanzia”

L'articolo Fido Mediolanum opinioni: ecco come funziona sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Il fido Mediolanum, alla pari di altri prodotti similari, è un’apertura di credito in conto corrente o scoperto con “garanzia” e per questo si unisce alla categoria di finanziamenti offerti dalla banca milanese (leggi qui).

Per richiedere il fido Mediolanum bisogna avere un conto corrente Mediolanum ed essere titolare di uno o più prodotti di investimento con Banca Mediolanum. Nel particolare i prodotti finanziari o titoli messi in garanzia condizionano:

  • l’importo del fido Mediolanum che si può ottenere (come somma complessiva messa a disposizione);
  • gli interessi che saranno applicati sulle somme effettivamente utilizzate.

Viste queste premesse allora come funziona il fido Mediolanum? Per poterlo richiedere bisogna passare obbligatoriamente con un family banker che sottoporrà la sottoscrizione dell’apposito contratto di apertura in conto corrente.

?42620657C647859311 Fido Mediolanum opinioni: ecco come funziona

Fido Mediolanum: funzionamento e calcolo

Come appena detto per conoscere esattamente l’importo di Fido con conto corrente Mediolanum che verrà accordato bisogna parlare con il proprio family banker perché si devono considerare due aspetti e cioè:

  • si deve fare una valutazione del controvalore dell’investimento nel momento della sottoscrizione della richiesta di fido;
  • non viene corrisposto un fido pari al valore degli investimenti, anche in vista del controvalore attuale.

A ciascuna tipologia di investimento viene applicata una percentuale che dipende dal rischio del tipo di investimento. Nel particolare:

per investimenti molto rischiosi, come le azioni, ci sarà una riduzione del valore dell’investimento preso in considerazione molto più elevato rispetto a un investimenti obbligazionario o monetario.

A titolo puramente esemplificativo (le percentuali variano nel corso del tempo) se per le zaioni la percentuale considerata è del 50% e quella sulle obbligazioni è del 90%, allora su 100 mila euro di patrimonio investito avremo:

  • importo riconosciuto ai fini del fido Mediolanum per azioni 50 mila euro;
  • importo riconosciuto ai fini del fido Mediolanum per obbligazioni 90 mila euro.

Fido Mediolanum: interessi e importi

Il range concedibile come Fido Mediolanum va da un minimo di mille euro fino ad un massimo di 250 mila euro.

tb Fido Mediolanum opinioni: ecco come funzionatpt Fido Mediolanum opinioni: ecco come funziona
La tipologia del contratto di apertura di credito in conto corrente in partenza può essere di tipo a revoca o a scadenza. Se è a revoca non ha una scadenza ma prevede una verifica annuale per vedere il controvalore e l’andamento dei titoli dati in garanzia.

Se invece è a scadenza si prevede una durata che al massimo è pari a 12 mesi. In questo caso se si hanno specifiche necessità c’è la possibilità di rinnovarlo, con un nuovo contratto, alle condizioni di mercato di quel momento.

I tassi di interesse dipendono dal controvalore dei titoli dati in garanzia. Maggiore è il patrimonio investito e minore sarà il tasso degli interessi applicati sul fido.

Per quanto riguardi tassi, che vengono applicati in base al patrimonio che viene quindi suddiviso a fasce, al primo luglio 2018 abbiamo quelli riportati in tabella:

Schermata-2018-08-26-alle-11.39.02 Fido Mediolanum opinioni: ecco come funziona

Fido Mediolanum:commissioni e costi

Se lo scoperto di conto Mediolanum prevede dei tassi a decalage in base al patrimonio investito, per le commissioni applica commissioni per lo più variabili che dipendono dall’importo accordato come linea di fido (la percentuale indicata è su base trimestrale):

  • fido fino a 8 mila euro: 0,5% (max 20 euro a trimestre);
  • fido oltre 8 mila euro: 0,25% (max 500 euro a trimestre).

L'articolo Fido Mediolanum opinioni: ecco come funziona sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/fido-mediolanum/feed/ 0
Prestito Mediolanum, Credit o Riparti Italia: le recensioni https://migliorprestito.org/prestito-mediolanum/ https://migliorprestito.org/prestito-mediolanum/#respond Tue, 14 Aug 2018 16:31:49 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2430 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Il prestito Mediolanum è uno dei tre finanziamenti che costituiscono, insieme al fido, la sezione dedicata appunto ai prestiti dalla

L'articolo Prestito Mediolanum, Credit o Riparti Italia: le recensioni sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Il prestito Mediolanum è uno dei tre finanziamenti che costituiscono, insieme al fido, la sezione dedicata appunto ai prestiti dalla banca milanese (gli altri due sono Mediolanum Credit e Mediolanum Riparti Italia).

Ricordiamo subito che nel caso della versione ‘credit’ Banca Mediolanum svolge la funzionalità di collocatore  visto che fattivamente il prestito viene erogato da Banca Santander.

Vediamo ora le caratteristiche delle tre soluzioni con un focus iniziale proprio sul prestito Mediolanum propriamente detto (vedi anche Mediolanum mutui) ricordando che non esiste un prestito specifico per giovani come invece accade con il mutuo Young.

Prestito Mediolanum: tasso, durata e condizioni

Con questo finanziamento parliamo di un classico prestito personale destinato ai privati che non richiede alcuna giustificazione della spesa per cui si richiede.

?45218236C985612816 Prestito Mediolanum, Credit o Riparti Italia: le recensioni

Il tasso è variabile ed è precisamente indicizzato all’Euribor  a 3 mesi più lo spread contrattuale. Questo diminuisce in base al patrimonio investito con la banca. In caso di Euribor negativo il tasso è pari allo spread che rappresenta quindi il valore minimo.

Con il prestito Mediolanum è possibile richiedere da un minimo di 2 mila euro ad un massimo di 250.000 euro da restituire in un orizzonte temporale compreso tra 12 ed 84 mesi.

Schermata-2018-08-14-alle-17.48.45 Prestito Mediolanum, Credit o Riparti Italia: le recensioni

Quanto costa?

Il prestito Mediolanum presenta alcuni costi da valutare per appurare la reale convenienza della proposta. Questi ad agosto 2018 sono:

  • spese d’istruttoria: 1,00% dell’importo richiesto per un minimo di 50 euro fino ad un massimo di 250 euro;
  • imposta di bollo: 0,25% dell’importo concesso a prestito (solo per finanziamenti con una durata superiore all’anno e 6 mesi);

Sono invece pari a 0 le commissioni richieste per l’incasso rid e per le comunicazioni.

Requisiti

Per poter richiedere il prestito Mediolanum è necessario essere correntisti della banca da almeno 90 giorni e avere un patrimonio investito pari a minimo 5 mila euro (anche nel semplice deposito titoli). Il finanziamento dovrà essere richiesto tramite il family banker.

Esempio

Sul sito Mediolanum non è presente un calcola rata e quindi non è possibile richiedere un preventivo o fare una semplice simulazione se non passando tramite family banker. E’ comunque possibile farsi un’idea e delle opinioni basate sui fatti rifacendosi all’esempio ufficiale che riportiamo per chiarezza.

Il Prestito Mediolanum in questo caso prevede la richiesta di 30 mila euro con una durata di 36 mesi da parte di un cliente con un patrimonio investito compreso tra i 100000 ed i 350 mila euro. Le condizioni previste ad agosto 2018 sono:

  • TAEG 3,75%;
  • spese di istruttoria 250 euro più l’imposta sostitutiva pari a 75 euro;
  • TAN 2,95% (tasso annuo nominale).

Prestito Mediolanum Riparti Italia al di là delle opinioni: conviene davvero?

Parliamo in questo secondo caso di un prestito per ristrutturazione (vedi la recensione della proposta UniCredit). I requisiti sono identici al Prestito Mediolanum ‘standard’ mentre variano alcune condizioni. Queste ad agosto 2018 sono:

  • Importo richiedibile tra 4 mila e centomila euro;
  • Durata: tra uno e dieci anni;

Discorso immutato rispetto al finanziamento precedente per le Spese di istruttoria, l’importo richiesto quale imposta sostitutiva di bollo e le spese di invio comunicazioni e di incasso rata.

Rispetto al classico prestito personale la cifra verrà erogata in base ad un preventivo riguardante i lavori di ristrutturazione che deve essere successivo al 1 gennaio del 2016.

?44720282C915549956 Prestito Mediolanum, Credit o Riparti Italia: le recensioni

Tasso

Anche in questo caso il tasso totale varierà in funzione dell’euribor e del patrimonio investito dal richiedente. Facendo l’esempio precedente (30000 euro in 3 anni) le condizioni sono:

  • TAEG 3,75%;
  • spese di istruttoria 250 euro più l’imposta sostitutiva pari a 75 euro;
  • TAN 2,95% (tasso annuo nominale).

Prestito Mediolanum Credit

Arriviamo ora al prestito erogato da Santander diretto ‘discendente’ del finanziamento emesso da Banca Mediolanum prima del lancio delle due proposte suddette.

Il tasso è questa volta fisso e permette di richiedere una cifra compresa tra  i 1.500 e 50.000 euro per una durata ricompresa tra un anno e 120 mesi.

Schermata-2018-08-14-alle-18.13.53 Prestito Mediolanum, Credit o Riparti Italia: le recensioni

Le Spese legate all’istruttoria vanno da un minimo di 125 euro a un massimo di 300 euro mentre l’imposta di bollo si paga anche sotto i 18 mesi (14,62 euro). Oltre a tale durata del piano di ammortamento il calcolo viene riferito allo 0,25% sul capitale erogato.

Non vi è altro requisito oltre quello di essere correntista di Banca Mediolanum da almeno tre mesi. Per comprendere il tasso ci rifacciamo ancora una volta alla simulazione proposta dal sito ufficiale che ad agosto 2018 evidenzia le seguenti condizioni:

  • importo finanziato: 10125 euro;
  • durata: 36 mesi:
  • importo rata: 325,52 mensili (spese incasso rata €0 a mezzo SDD);
  • TAN 9,75% (tasso annuo nominale fisso);
  • TAEG 11,07% (validità dell’offerta fino a fine 2018).

L'articolo Prestito Mediolanum, Credit o Riparti Italia: le recensioni sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/prestito-mediolanum/feed/ 0
Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro? https://migliorprestito.org/ho-un-finanziamento-in-corso-posso-chiederne-un-altro/ https://migliorprestito.org/ho-un-finanziamento-in-corso-posso-chiederne-un-altro/#respond Sat, 11 Aug 2018 12:16:19 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2415 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Buongiorno, avrei bisogno di nuova liquidità ma ho un problema. Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro? Ho

L'articolo Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Buongiorno,
avrei bisogno di nuova liquidità ma ho un problema. Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro? Ho chiesto alla mia banca e mi ha detto che si tratta di una situazione molto difficile, ma non mi ha dato nessuna spiegazione.  La mia condizione è questa:

  • ho uno stipendio di 1379 euro netti mensili, ed ho una cessione del quinto di 200 euro trattenuti sulla busta paga ogni mese (ho altri 4 anni di durata della cessione del quinto);
  • ho una casa di proprietà per un terzo (gli altri due terzi sono quote che hanno i miei fratelli) e mi servono 10000 euro per fare dei lavori di ristrutturazione urgente (la casa secondo gli accordi con i miei fratelli rimarrà comunque a me).

Io non ho questi soldi e devo cercare di prendere un finanziamento. Quindi le domande che ho sono due: ho un finanziamento in corso posso richiederne un altro? Quanto posso chiedere?
A.M.


?45008731C2018621535 Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro?

Buongiorno signor A.M.,
sottolineiamo subito che nella normativa italiana non ci sono leggi che stabiliscono un numero massimo di finanziamenti che si possono richiedere.

Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro: si o no?

Quindi in modo molto generico alla domanda “ho un finanziamento in corso posso richiederne un altro” la risposta è affermativa. Tuttavia poi però bisogna scendere nel merito dell’importo della rata che impegna il suo stipendio.

Il limite fissato per legge anche nel caso della cessione del quinto è quello del rapporto rata/reddito massimo del 50%. Detto questo per gli altri finanziamenti si fanno delle stime più prudenziali che generalmente si attestano intorno al 33% dello stipendio netto.

Molte banche e finanziarie ‘concedono’ comunque delle quote che possono arrivare anche al 40% o addirittura al 45%. Quindi facendo due calcoli:

  • il reddito netto è di 1179 euro (al netto della cessione del quinto);
  • il rapporto rata reddito canonico (circa il 30%) sarebbe di circa 350 euro.

Questo significa che potrebbe richiedere un finanziamento con una rata che al massimo potrebbe arrivare a circa 350 euro. Ovviamente si dovrebbe tener conto del tenore di vita e se i circa 800 euro rimanenti per le altre spese sarebbero realmente sufficienti per lei e per la sua famiglia.

Questa è una delle ragioni per cui spesso le banche e le finanziarie richiedono gli estratti conto per constatare quanti soldi di quelli percepiti come emolumenti potrebbero essere indirizzati al pagamento della rata di un prestito.
Si tratta sempre di considerazioni generiche perché poi ci sono dei coefficienti che vengono applicati in fase di valutazione e tengono conto anche della presenza di persone a carico, lo stato di salute, ecc.

Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro: come aumentare le possibilità di ottenere un finanziamento

Come soluzioni si possono richiedere sia un prestito personale (10000 euro non dovrebbero essere un problema se si scelgono durate piuttosto lunghe) che una cessione del doppio quinto. Potrebbe anche valutare (ma dipende dalla durata del contratto originale) di richiedere un rinnovo della cessione del quinto che ha in corso (vedi anche l’alternativa dei prestiti decennali).


?44720282C915549956 Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro?

Infine può valutare l’ipotesi della richiesta di un mutuo di ristrutturazione. Questa rappresenta una strada più complicata ma anche più vantaggiosa economicamente (con detrazione degli interessi passivi se è abitazione principale e tassi più contenuti).

Scegliendo questa soluzione è necessario avere la collaborazione dei fratelli che dovrebbero inserirsi nel contratto almeno come terzi datori di ipoteca.

L'articolo Ho un finanziamento in corso posso chiederne un altro? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/ho-un-finanziamento-in-corso-posso-chiederne-un-altro/feed/ 0
Revolving Compass: carta rateale Easy o Gold? https://migliorprestito.org/revolving-compass/ https://migliorprestito.org/revolving-compass/#respond Sat, 04 Aug 2018 08:57:27 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2400 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Nella sua offerta di carte revolving Compass propone due soluzioni che differiscono notevolmente l’una dall’altra adattandosi così ad una platea abbastanza

L'articolo Revolving Compass: carta rateale Easy o Gold? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Nella sua offerta di carte revolving Compass propone due soluzioni che differiscono notevolmente l’una dall’altra adattandosi così ad una platea abbastanza ampia alla ricerca di una soluzione alternativa al classico finanziamento. Per la precisione le alternative sono:

  • Carta rateale Easy;
  • Carta revolving Gold.

Entrambe presentano luci e ombre da valutare attentamente prima di scegliere una delle due od ancora prima di virare verso le numerose alternative presenti sul mercato (vedi UniCredit Flexia Giovani).

Proprio per questo, al di là delle opinioni che hanno sempre carattere soggettivo, andremo ad evidenziare le condizioni (in primis i tassi) ed i costi, oltre all’eventuale possibilità di richiedere la carta revolving Compass online.

?42461831C1524674698 Revolving Compass: carta rateale Easy o Gold?

Revolving Compass: carta revolving Gold

Come si evince dal nome stiamo parlando di una carta oro Mastercard. Proprio per questo questa carta di credito optional revolving deve essere valutata nella sua completezza per avere una visione sulla convenienza oggettiva.

Abbiamo usato il termine ‘optional’ perché questa credit card è sia a saldo che revolving, in una scelta libera da parte del titolare che può esercitarla ogni mese semplicemente chiamando il servizio clienti Compass.

Carta revolving Compass Gold: condizioni economiche

Veniamo ora ai costi e condizioni legati all’utilizzo di questa revolving Compass a partire dal plafond pari a 3000 euro. Per quanto riguarda i costi fissi avremo invece:

  • canone: 40 euro;
  • invio estratto conto cartaceo: 1 euro;
  • imposta di bollo: 2 euro.

Sono pari a zero la commissione sul rifornimento di carburante e l’estratto conto digitale on line mentre come costi variabili avremo:

  • commissione anticipo contante: 1% su ATM Compass – 3% altri sportelli;
  • TAN: 9,90%;
  • Taeg max: 15,70%.

Come è evidente a luglio 2018 parliamo di tassi d’interesse abbastanza in linea con le carte revolving concorrenti. La rata mensile è pari al 5% del plafond impiegato per un minimo di 100 euro/mese.

Questo determinerà anche la durata del rimborso. Ad esempio se vogliamo rateizzare una spesa di 400 euro la rata minima sarà 100 euro ed il piano d’ammortamento sarà di 5 mesi (4×100 euro + gli interessi maturati nel frattempo).

Schermata-2018-08-04-alle-09.51.22 Revolving Compass: carta rateale Easy o Gold?
Carta revolving Compass Gold: vantaggi

Con questa card è quindi possibile compiere le classiche operazioni di una carta di credito optional revolving Mastercard come:

  • acquisti online;
  • pagamenti Pos;
  • anticipo contante da ATM, ecc.

A questo si aggiunge il servizio Contante Express che permette di trasformare il proprio fido in contante che verrà trasferito sul proprio conto corrente Compass. Alla pari delle altre carte oro bisogna inoltre considerare le coperture assicurative che riguardano:

  • furto e danneggiamento di un acquisto superiore ai 75 euro effettuato con la revolving Compass;
  • furto di una somma prelevata con la card (entro 12h);
  • il prezzo del bene acquistato;
  • la garanzia, con un estensione rispetto allo standard di 1 anno.

Logicamente queste assicurazioni hanno delle limitazioni che sono specificate alla pagina ufficiale: https://www.compass.it/share/pdfs/cga.pdf.

Revolving Compass: carta rateale Easy

Passiamo ora alla seconda proposta, quasi del tutto differente dalla versione Gold. Con la carta Rateale Easy ci troviamo infatti di fronte ad una revolving Compass Visa a zero canone e con un plafond limitato a 1500 euro.

tb Revolving Compass: carta rateale Easy o Gold?

Carta Easy Compass: condizioni economiche

Come appena detto ci troviamo di fronte ad un plafond dimezzato rispetto alla soluzione precedente che però non rappresenta la sola variazione. Nel particolare infatti avremo:

  • commissione anticipo contante: 1% ATM Compass – 4% altri sportelli;
  • estratto conto: zero euro in ogni caso;
  • TAN: 21,40%;
  • Taeg: 23,63%;
  • imposta di bollo: a carico dell’istituto di credito.

La rata con questa revolving Compass non è variabile in percentuale bensì fissa in base a differenti step legati all’importo da rateizzare. A luglio 2018 la rata minima è comunque pari a 50 euro per importi fino a 1000 euro dopo di che si passerà a 100 euro.

Facciamo anche in questo caso un esempio per 400 euro che porterà a 9 rate composte da 8 rate da 50 euro più una rata finale che conteggerà gli interessi maturati negli otto mesi di dilazione.

Carta Easy Compass: vantaggi

Anche in questo caso si godrà del servizio ‘Contante Express’. Non sono invece presenti coperture assicurative mentre è fruibile il servizio Visa PayWave che permette di pagare in modalità contactless.

carta-compass-easy Revolving Compass: carta rateale Easy o Gold?

Revolving Compass: meglio Easy o Gold?

Come detto all’inizio le due cards sono molto diverse e per questo si possono adattare ad un pubblico differente rappresentato nel caso della Easy da chi non usa la carta revolving con abitudine e per questo vuole una card con canone zero che però presenta tassi d’interesse particolarmente salati.

Opposto il discorso della Gold che per essere una carta Oro presenta un canone accettabile a fronte di coperture assicurative discrete e tassi in linea alla media del mercato.

Richiedere la carta revolving Compass è possibile anche online?

Concludiamo questa recensione con le possibili modalità di richiesta delle due cards. Nel caso della carta rateale Visa la possibilità è esclusivamente da filiale non essendo prevista un via web. Sarà comunque possibile prendere un appuntamento online accedendo al seguente link: https://www.compass.it/vieni-in-filiale/?P1=13#/.

Stessa via anche per la carta oro Compass Mastercard (vedi UniCredit Flexia) a cui si aggiunge la richiesta online attraverso il sito ufficiale.

L'articolo Revolving Compass: carta rateale Easy o Gold? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/revolving-compass/feed/ 0
Prestiti Intesa Sanpaolo: recensioni ed opinioni https://migliorprestito.org/prestiti-intesa-sanpaolo/ https://migliorprestito.org/prestiti-intesa-sanpaolo/#respond Sat, 28 Jul 2018 09:51:32 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2320 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Alla pari degli altri principali istituti di credito italiani anche l’offerta prestiti Intesa Sanpaolo (vedi Banca UniCredit) presenta numerosi prodotti

L'articolo Prestiti Intesa Sanpaolo: recensioni ed opinioni sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Alla pari degli altri principali istituti di credito italiani anche l’offerta prestiti Intesa Sanpaolo (vedi Banca UniCredit) presenta numerosi prodotti tra cui scegliere spaziando tra i finanziamenti tradizionali fino ad un particolare prestito per gli acquisti online. Molti di questi fanno parte della linea PerTe e cioè:

  • Prestito Facile;
  • Prestito in Tasca;
  • Pensionati Inps;
  • Prestito Giovani;
  • Prestito Exclusive;
  • Dipendenti Pubblici Mef;
  • Prestito con Lode;
  • Prestito Diretto.

A questi si aggiungono altre soluzioni che vanno dal consolidamento debiti (Servizio Monorata) fino a finanziamenti da utilizzare per l’acquisto di una polizza assicurativa per il mutuo, l’auto oppure la moto (Prestito Proteggi Mutuo, ViaggiaConMe, MotoConMe)

tb Prestiti Intesa Sanpaolo: recensioni ed opinioni

Prestiti Intesa Sanpaolo: convengono davvero?

Veniamo ora ad analizzare le caratteristiche dei vari finanziamenti per valutare se, al di là delle opinioni personali, i Prestiti Intesa Sanpaolo convengono. In aggiunta sarà possibile anche riferirsi al calcola rata presente su sito ufficiale accessibile però previa registrazione di account nella cosiddetta area ospiti.

Una scelta che presenta vantaggi e svantaggi. Tra i primi la possibilità di avere un assaggio dei servizi offerti dalla banca a discapito dell’immediatezza tipica di altri simulatori come nel caso di altri istituti di credito come ad esempio Findomestic (vedi numero verde Findomestic).

Prestiti Intesa Sanpaolo: l’offerta xTE

Focalizziamo la nostra attenzione verso 4 prestiti della linea in grado di far apprezzare le condizioni proposte in base alla tipologia di finanziamento ed al target a cui si riferisce. Per la precisione:

Prestiti Intesa Sanpaolo: Facile

Iniziamo la nostra panoramica con il prestito Facile che rappresenta la proposta più generica e tradizionale (anche ristrutturazione). Parliamo infatti di un finanziamento sottoscrivibile da dipendenti e liberi professionisti che permette di richiedere fino a 75 mila euro da restituire in un massimo di 120 mensilità.

La richiesta può avvenire anche online. Il tasso in promozione a luglio 2018 è di poco superiore al 7% e le spese di istruttoria alla stessa data sono pari all’1,50%. Le stesse condizioni al momento della stesura dell’articolo sono offerte anche nella versione Giovani.

Per quest’ultimo l’erogazione potrà avvenire anche per i cosiddetti lavoratori atipici e per i ‘non correntisti’ con istituti del gruppo.

Schermata-2018-07-28-alle-11.39.07-1024x293 Prestiti Intesa Sanpaolo: recensioni ed opinioni

Prestiti Intesa Sanpaolo: Exclusive

Questa rappresenta la soluzione ideale per chi ha invece la necessità di ingenti somme di denaro. La cifra massima richiedibile sale infatti a ben 300 mila euro per un piano di ammortamento massimo di 15 anni. Le condizioni sono in questo caso da determinare ‘ad hoc’ tramite apposita consulenza in filiale.

Prestiti Intesa Sanpaolo: pensionati Inps

Veniamo ora all’esempio rappresentativo per la cessione del quinto Intesa Sanpaolo in questo caso destinato ai Pensionati. Questo finanziamento non presenta particolari spunti di novità visto che presenta le seguenti condizioni:

  • importo max richiedibile: 75 mila euro;
  • età massima richiedente: 82 anni;
  • durata: 120 mesi.

Come detto all’inizio tra le cessioni del quinto troviamo anche quella per i dipendenti pubblici Mef (max. 80000 euro) mentre manca una soluzione ‘ad hoc’ per quelli privati.

Schermata-2018-07-28-alle-11.41.07 Prestiti Intesa Sanpaolo: recensioni ed opinioni

Prestiti Intesa Sanpaolo: prestito Diretto

La soluzione sicuramente più particolare tra quelle offerte dalla banca torinese. Parliamo di un prestito destinato all’acquisto online di prodotti presso partner convenzionati con la stessa banca Intesa.

A luglio 2018 rappresenta un vero e proprio finanziamento a tasso  zero con un piano di ammortamento che va dai 6 mesi a 10 anni. Caratteristiche economiche di sicuro interesse anche se i partner al momento sono ridotti all’osso.

?42620657C647859311 Prestiti Intesa Sanpaolo: recensioni ed opinioni

Prestiti Intesa Sanpaolo: anche per acquistare l’assicurazione

Concludiamo la nostra panoramica sui Prestiti Intesa Sanpaolo con la tipologia ‘Viaggia Con Me‘ che permette di acquistare a rate l’omonima Rc auto del gruppo bancario. Questo finanziamento permette la suddivisione della propria polizza (max 4 mila euro) in 12 mesi senza l’applicazione di interessi.

Come già detto è prevista anche una ‘versione’ per le due ruote con le stesse caratteristiche e massimali rivolti alle auto (vedi assicurazione auto a rate).

Prestiti Intesa Sanpaolo: conclusioni ed opinioni

Come è evidente con i Prestiti Intesa Sanpaolo ci troviamo di fronte a prodotti di un certo interesse. Tra l’altro in fase promozionale in grado di offrire tassi abbastanza vantaggiosi.

Valide le soluzioni per dilazionare gli acquisti online o quelle riferite all’acquisto della polizza assicurativa auto, moto e mutuo mentre da rivedere l’offerta Giovani non eccessivamente migliorativa rispetto al Prestito Facile.

L'articolo Prestiti Intesa Sanpaolo: recensioni ed opinioni sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/prestiti-intesa-sanpaolo/feed/ 0
UniCredit Flexia giovani: costi davvero bassi? https://migliorprestito.org/unicredit-flexia-giovani/ https://migliorprestito.org/unicredit-flexia-giovani/#respond Tue, 24 Jul 2018 16:25:18 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2307 Leggi tutto su Migliorprestito.org

La UniCredit Flexia giovani, è la carta di credito della gamma Flexia dedicata ai giovani da Banca UniCredit (dai 18

L'articolo UniCredit Flexia giovani: costi davvero bassi? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

La UniCredit Flexia giovani, è la carta di credito della gamma Flexia dedicata ai giovani da Banca UniCredit (dai 18 ai trent’anni). Si tratta di una carta di credito che rientra tra le optional revolving ed offre ben tre modalità di rimborso (due rateali e una a saldo).

UniCredit Flexia giovani: che cosa offre?

Come carta di credito la Flexia giovani di UniCredit offre ampia libertà di scelta sul sistema di rimborso che si vuole usare per una parte o tutti gli acquisti fatti nel mese, entro il plafond disponibile.

Come plafond l’importo che può essere accordato (a seguito di una fase di valutazione a insindacabile giudizio di UniCredit stessa) va da un minimo di 750 euro ad un massimo di 5 mila euro. Si tratta indubbiamente di una carta di credito con un plafond ampio anche se dedicato ai giovani.

Ma questo non è il solo vantaggio che chi è giovane può ottenere, visto che c’è un’agevolazione anche sul fronte dei costi: se la carta Flexia UniCredit ha un costo di 38 euro, la versione UniCredit Flexia giovani ha un canone annuo di 23 euro.
?45174395C1867821200 UniCredit Flexia giovani: costi davvero bassi?

UniCredit Flexia giovani: costi e requisiti

I requisiti necessari per poter richiedere la carta Flexia giovani sono i seguenti:

  • un reddito dimostrabile;
  • un conto corrente UniCredit;
  • età compresa tra i 18 ed i 30 anni.

Per quanto riguarda la sezione dei costi, come già detto si ha un costo annuo di 23 euro, come canone di gestione. Nel canone è compresa anche una ampia copertura assicurativa che riguarda l’uso della carta. I costi della Unicredit Flexia giovani da considerare, per il suo utilizzo, sono:

Costo emissione carta di credito Flexia Giovani (una tantum)10 euro
Anticipo contante4%
Rifornimento carburanteNo commisioni
Documento e rendiconto on lineNessun costo
Imposta di bollo carta di credito Flexia Giovani Quando prevista viene pagata dalla banca
Data di addebitoGiorno 5 del mese successivo a quello delle spese

Il circuito della Flexia è Mastercard oppure Visa, ed è dotata di tecnologia contactless. In più è compatibile con Apple Pay e con Samsung Pay.

Oltre a questi costi che riguardano in generale l’uso della carta Flexia giovani di UniCredit, indipendentemente dalla modalità di saldo scelta, ci sono poi da considerare i tassi di interesse che riguardano solo il caso in cui si sceglie la funzione revolving (vedi anche db Comfort).

Come già accennato però la carta di credito Flexia ha ben due modalità di rimborso revolving che funzionano in modo differente:

  • revolving con tasso Tan fisso;
  • revolving con numero rate e commissione fissa.

UniCredit Flexia giovani: revolving con Tan fisso

Questa modalità di rimborso della carta di credito Flexia giovani prevede l’applicazione di un tasso Tan fisso (al 22 luglio 2018 è fissato al 13,90%). Come limite troviamo la necessità di rateizzare un importo che non sia inferiore a 250 euro.

Il numero delle rate dipende dall’importo rateizzato non potendo essere inferiori a 50 euro mensili. Di seguito riportiamo i limiti di rata minima che bisogna rispettare in funzione dell’importo da rateizzare:

  • fino a 1.000 euro: 50 euro
  • da 1.000,01 a 2.000 euro: 100 euro
  • da 2000,01 a 3.000 euro: 200 euro
  • da 3000,01 a 4.000 euro: 300 euro
  • da 4000,01 a 5.000 euro: 400 euro

Carta credito Flexia giovani: revolving con durate fisse e commissioni fisse

L’altra versione di rimborso revolving prevede la scelta di una durata che potrà essere di 3, 6, 10, 12, 15, 20 mesi, con il limite dell’importo da rateizzare. Ad ogni combinazione di durata e importo rateizzato sarà applicata una commissione fissa che è riportata nell’apposita tabella (reperibile qui).

Carta credito Flexia giovani: come scegliere il sistema di rimborso?

Si può passare in qualsiasi momento da un sistema di rimborso ad un altro. Di base la carta viene emessa con attivata la funzione a saldo. Per cambiare la modalità si dovrà semplicemente usare uno dei seguenti sistemi:

  • l’apposita funzione su un totem UniCredit oppure presso gli Atm evoluti UniCredit Banca;
  • l’internet banking (dopo aver fatto il login);
  • l’app;
  • chiamando il servizio clienti al numero verde 800.078.777;
  • facendo la richiesta da sportello in filiale.

La richiesta della UniCredit Flexia giovani va fatta in filiale. Se si ha un conto corrente in cui la card è compresa nel pacchetto dei servizi non si sosterrà alcun canone di gestione annuale.

?45174395C1867821200 UniCredit Flexia giovani: costi davvero bassi?

UniCredit Flexia giovani: sicurezza e assicurazione

La carta Flexia Giovani, come tutta la gamma Flexia, offre vari strumenti per aumentarne la sicurezza, compresa la possibilità di cambiare il pin (il primo cambio è gratis poi costo 1 euro a cambio). E’ dotata del sistema di sms alert e per gli acquisti online c’è il sistema secure 3D o di Visa o di Mastercard.

Per quanto riguarda la copertura assicurativa (garantita dalla compagnia CHUBB European Group Ltd) questa comprende:

  • infortunio e malattia durante un viaggio;
  • utilizzo fraudolento del cellulare in caso di furto o smarrimento;
  • assistenza bagaglio di viaggio e assistenza auto (fino a 500 euro per sinistro e per anno);
  • info lavoro (su concorsi pubblici, stesura CV, etc).

L'articolo UniCredit Flexia giovani: costi davvero bassi? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/unicredit-flexia-giovani/feed/ 0
Con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento? https://migliorprestito.org/con-la-cessione-del-quinto-posso-richiedere-un-finanziamento/ https://migliorprestito.org/con-la-cessione-del-quinto-posso-richiedere-un-finanziamento/#respond Sun, 22 Jul 2018 13:37:54 +0000 https://migliorprestito.org/?p=2300 Leggi tutto su Migliorprestito.org

Ho una cessione del quinto che non posso ancora rinnovare, ma ho bisogno di nuova liquidità. Volevo sapere se con

L'articolo Con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
Leggi tutto su Migliorprestito.org

Ho una cessione del quinto che non posso ancora rinnovare, ma ho bisogno di nuova liquidità. Volevo sapere se con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento ulteriore?

La mia situazione attuale è di uno stipendio mensile di 1279 euro in busta paga, ma effettivamente prendo 1163 euro perché la rata della cessione del quinto che mi viene trattenuta al mese è di 116 euro. Ho rimborsato 25 rate e la durata della mia cessione del quinto è di 120 rate in tutto. Spero mi possiate essere di aiuto nel trovare una soluzione. Mario V.

tb Con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento?

Salve signor Mario, la domanda “con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento o prestito personale” trova una risposta sulla carta sicuramente positiva. Infatti la cessione del quinto dello stipendio e della pensione in corso viene trattata come un qualsiasi altro “impegno” che grava già su un reddito.

Il termine “impegno” sta a significare qualsiasi tipo di spesa certa o presunta. Questo accade con le stime delle persone a carico alle quali vengono attribuiti dei valori in diminuzione sulla disponibilità di reddito da usare nel calcolo del rapporto rata/reddito).

Quindi da un punto di vista più pratico la risposta è realmente positiva anche se all’interno di differenti fattori che andiamo a analizzare rapidamente (vedi anche cessione del quinto rifiutata).

Con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento: 2 consigli utili

Ecco comunque due aspetti da tenere sotto controllo prima di richiedere un nuovo finanziamento. Questi permettono anche di indirizzare correttamente la propria ricerca sia del prodotto che dell’istituto di credito.

Il “budget” che si potrebbe destinare al rimborso della rata

Questo valore è condizionato anche dal fatto di avere delle persone a carico o altri esborsi ricorrenti (ad esempio se si paga un affitto, ecc). Questi impegni vengono desunti da addebiti o prelievi sempre negli stessi periodi e di uguale importo.

La politica di credito della banca o della finanziaria alla quale si sta chiedendo il prestito

Il rapporto rata/reddito in linea di massima è fissato al 33%. Quindi se circa il 20% o il 25% è già impegnato nella cessione del quinto, rimane una percentuale molto bassa per concedere un nuovo prestito. Su questo piano però ci sono altre considerazioni da fare:

  • non è detto che nella cessione del quinto sia stato occupato tutto o quali il limite massimo del 25% (ad esempio nel suo caso la rata è circa il 10% dello stipendio netto che lei ha indicato);
  • la banca o la finanziaria alla quale ci si rivolge può concedere un rapporto rata reddito più elevato che può arrivare in alcuni casi anche alla percentuale del 40%.

Ora non possiamo conoscere le motivazioni per cui è stata scelta una rata di cessione del quinto in corso abbastanza bassa. Non possiamo sapere nemmeno se ci sono altri tipi di impedimenti.

In ogni caso in linea generale se ci si mantiene sotto percentuali che la banca o la finanziaria considera accettabili allora non ci sono condizioni che in partenza limitino la concessione di una cessione del quinto prima e di un prestito successivamente.

tb Con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento?

Con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento? Conclusioni e consigli

In generale si dovrà sempre partire per un preventivo fornendo tutti i doecumenti e le informazioni necessarie per evitare di perdere tempo. Nel caso di problemi le rimane sempre la possibilità di prendere in considerazione la cessione del doppio quinto.
Buona giornata.

L'articolo Con la cessione del quinto posso richiedere un finanziamento? sembra essere il primo su Migliorprestito.org.

]]>
https://migliorprestito.org/con-la-cessione-del-quinto-posso-richiedere-un-finanziamento/feed/ 0