Italianieuropei Fondazione di cultura politica https://www.italianieuropei.it Fri, 25 May 2018 18:24:08 +0000 it-it http://www.italianieuropei.it/http://www.italianieuropei.it/templates/sl_ie_j15/images/bg_header.pngItalianieuropei Privacy policy http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/DV6Q5DhYT4w/privacy-policy.html https://www.italianieuropei.it/it/privacy-policy.html <div class="K2FeedIntroText"></div><div class="K2FeedFullText"> <p><b class="isLastChild">Informativa ai sensi dell’art. 13 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196</b></p> <div class="isFormatted isLastChild"> <p>Ai sensi dell’articolo 13 del D.lgs. 196/2003, recante disposizioni in materia di protezione dei dati personali, desideriamo informarLa che i dati personali da Lei volontariamente forniti a <strong>Solaris s.r.l.</strong> saranno dalla stessa trattati adottando le misure idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza, nel rispetto della normativa sopra richiamata.</p> <p><b><br />1. Raccolta delle informazioni</b><br class="isLastChild" /> <br /><strong>1.1.</strong> La presente informativa riguarda i dati raccolti tramite i modelli contrattuali – sia cartacei che elettronici – compilati e sottoscritti per fruire dei servizi di:</p> <p style="padding-left: 30px;">a. invio della rivista;<br /> b. invio delle comunicazioni inerenti all’abbonamento ed al rinnovo dello stesso;<br /> c. invio della newsletter;<br /> d. compravendita di libri, dvd e materiale letterario in genere;<br /> e. iniziative promozionali su prodotti e/o servizi di Solaris s.r.l.;<br class="isLastChild" /> f. indagini di mercato e scopi statistici.</p> <p><b>2. Finalità e modalità del trattamento dei dati</b><br class="isLastChild" /> <br /><strong>2.1.</strong> I dati raccolti vengono trattati esclusivamente per le seguenti finalità:</p> <p style="padding-left: 30px;">a. dar corso alla prestazione dei servizi richiesti dai clienti;<br /> b. fornire supporto ai clienti;<br /> c. inviare eventuali comunicazioni, anche a mezzo e-mail, in ordine a nuove iniziative della società;<br /> d. effettuare analisi statistiche, ai soli fini di migliorare l’offerta di servizi;<br class="isLastChild" /> e. ottemperare agli obblighi di legge.</p> <p><strong>2.2.</strong> I trattamenti saranno effettuati sia manualmente sia con l’ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, e comprendono, nel rispetto dei limiti e delle condizioni poste dall’articolo 11 del d.lgs. 196/03, tutte le operazioni, o complesso di operazioni, indicate all’art. 4 comma 1 lett. a) dlgs 196/03: raccolta, registrazione, organizzazione,<br class="isLastChild" /> conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, cancellazione e distruzione dei dati.</p> <p><b>3. Natura del conferimento dei dati</b><br /> <br /><strong>3.1.</strong> Il conferimento dei dati personali ha natura facoltativa.<br /> Tuttavia, il mancato conferimento, anche parziale, dei dati richiesti determinerà l’impossibilità per la scrivente di procedere alla completa erogazione dei servizi offerti.</p> <p><b>4. Comunicazione e diffusione dei dati</b><br class="isLastChild" /> <br /><strong>4.1.</strong> I dati personali raccolti non saranno oggetto di diffusione o comunicazione a terzi, se non nei casi previsti dalla informativa e/o dalla legge e, comunque, con le modalità da questa consentite.</p> <p><strong>4.2.</strong> I dati potranno venire a conoscenza dei responsabili o incaricati del trattamento nominati dalla nostra società, nell’ambito delle rispettive funzioni e in conformità alle istruzioni ricevute, soltanto per il conseguimento delle specifiche finalità indicate nella presente informativa.</p> <p><b>5. Diritti dell’interessato</b></p> <p><strong>5.1.</strong> Relativamente a tali dati, Lei può esercitare i diritti previsti dall’art. 7 del D.lgs. 196/2003, nei limiti ed alle condizioni previste dagli articolo 8, 9 e 10 del citato decreto legislativo.</p> <p>In particolare:<br class="isLastChild" /></p> <p style="padding-left: 30px;"><strong>1.</strong> L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.</p> <p style="padding-left: 30px;"><strong>2.</strong> L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:</p> <p style="padding-left: 60px;">a. dell’origine dei dati personali;<br /> b. delle finalità e modalità del trattamento;<br /> c. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;<br /> d. degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;<br /> e. dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.<br class="isLastChild" /></p> <p style="padding-left: 30px;"><strong>3.</strong> L’interessato ha diritto di ottenere:</p> <p style="padding-left: 60px;">a. l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;<br /> b. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;<br /> c. l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.<br class="isLastChild" /></p> <p style="padding-left: 30px;"><strong>4.</strong> L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:</p> <p style="padding-left: 60px;">a. per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;<br class="isLastChild" /> b. al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.</p> <p><br />Si potranno esercitare tali diritti inviando un’email a <a href="mailto:abbonamenti@italianieuropei.it">abbonamenti@italianieuropei.it</a></p> <p> </p> <p class="isLastChild"><b>6. Titolare e Responsabile del trattamento</b><br class="isLastChild" /> Titolare del trattamento è <strong>Solaris s.r.l.</strong>, con sede legale in Piazza Farnese 44, 00186 Roma. Responsabile del trattamento dei Suoi dati è il legale rappresentante pro-tempore della società.</p> </div></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/DV6Q5DhYT4w" height="1" width="1" alt=""/> Info Sun, 20 May 2018 12:09:00 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/privacy-policy.html Stato sociale e nuove povertà nell’Italia del 2018 http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/OYpPjXad6ic/4034-stato-sociale-e-nuove-poverta-nell-italia-del-2018.html https://www.italianieuropei.it/it/le-iniziative/convegni/item/4034-stato-sociale-e-nuove-poverta-nell-italia-del-2018.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/11d123796086c1d809e731bf566e453d_S.jpg" alt="Stato sociale e nuove povertà nell’Italia del 2018" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p><strong>Giovedì 10 Maggio</strong>, ore 17.30,&nbsp;<strong>a Roma</strong>, presso la Sala Assunta, si terrà l'iniziativa "<b style="background-color: initial;">Stato sociale e nuove povertà nell’Italia del 2018</b>" promossa dalla Fondazione Italianieuropei, l'Associazione Romana di Studi e Solidarietà e l'Associazione Elpis.&nbsp;</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p> </p> <h3><span style="color: #008080;"><b>Stato sociale e nuove povertà nell’Italia del 2018</b></span></h3> <p><b> </b></p> <p><b><br />Roma, 10 Maggio 2018, ore 17.30<br /></b><b style="background-color: initial;">Sala Assunta, Via degli Astalli 17</b></p> <p> </p> <p><span style="color: #008080;"><b>Introduzione:<br /></b></span><b style="background-color: initial;">Padre Giovanni <st1:personname productid="La Manna S.J">La Manna S.J</st1:personname>.</b><span style="background-color: initial;">, Presidente Associazione ELPIS</span></p> <p><b style="background-color: initial;"><span style="color: #008080;"><br />Modera:<br /></span></b><b style="background-color: initial;">Ferdinando Terranova</b><span style="background-color: initial;">, Università di Roma "Sapienza"</span></p> <p><b style="color: #008080; background-color: initial;"><br />Prima Testimonianza:<br /></b><b style="background-color: initial;">Ivana Galli</b><span style="background-color: initial;">, Segretaria Generale FLAI/CGIL<br /></span><strong style="background-color: initial;"><span style="background-color: initial;">Processi di impoverimento e perdita del lavoro</span></strong></p> <p><br /><b style="background-color: initial;"><span style="color: #008080;">Seconda Testimonianza:<br /></span></b><b style="background-color: initial;">Giovanni Di Pilla</b><span style="background-color: initial;">, Direttore Generale di ASL<br /></span><strong style="background-color: initial;"><span style="background-color: initial;">Perdita della salute</span></strong></p> <p><b style="background-color: initial;"><span style="color: #008080;"><br />Relazioni:<br /></span></b><b style="background-color: initial;">Suor Alessandra Smerilli</b><span style="background-color: initial;">, LUMSA, Libera Università Maria SS. Assunta<br /></span><strong style="background-color: initial;"><span style="background-color: initial;">Strategie di lotta alla povertà</span></strong></p> <p><b style="background-color: initial;">Sara Bianchini</b><span style="background-color: initial;">, Pontificia Università Gregoriana<br /></span><strong><span style="background-color: initial;">Povertà e accesso all’Istruzione</span></strong></p> <p><b style="background-color: initial;"><br /><span style="color: #008080;">Conclusioni:</span><br /></b><b style="background-color: initial;">Massimo D’Alema</b><span style="background-color: initial;">, Presidente </span><st1:personname style="background-color: initial;">Fondazione Italianieuropei</st1:personname></p> <p> </p> <p> </p> <em>Per confermare la propria presenza scrivere a <a href="mailto:segreteria@italianieuropei.it">segreteria@italianieuropei.it</a> o telefonare allo 06.45508600.</em><br /></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/OYpPjXad6ic" height="1" width="1" alt=""/> Convegni Wed, 02 May 2018 09:37:43 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/le-iniziative/convegni/item/4034-stato-sociale-e-nuove-poverta-nell-italia-del-2018.html Articoli del numero 2/2018 http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/iONngQpOJp4/2018.html https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/item/4032-articoli-del-numero-2/2018.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/e2d733482b305304240a334a4d695c6b_S.jpg" alt="Articoli del numero 2/2018" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p>Del&nbsp;<strong>numero 2/2018 di Italianieuropei</strong>&nbsp;sono disponibili integralmente gli articoli di&nbsp;<a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4004-editoriale-2/2018.html">Massimo D’Alema</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4016-le-radici-della-sconfitta.html">Gianni Cuperlo</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4015-la-nuova-sedazione-del-sud.html">Onofrio Romano</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4014-democrazia-oltre-la-divisione-destra/sinistra.html">Nadia Urbinati</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4011-c%E2%80%99%C3%A8-vita-a-sinistra-oltre-il-destino-neoliberale.html">Ida Dominijanni</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4010-perch%C3%A9-%C3%A8-di-destra-l%E2%80%99uomo-che-ha-sconfitto-berlusconi.html">Alessandro Campi</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4021-nuove-pagine-di-storia.html">Simona Colarizi</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4020-come-discutere-la-resistenza.html">David Bidussa</a>, <a href="https://italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4022-il-disertore.html">Flavia Ganzenua</a>.</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p><i style="background-color: initial;"> </i></p> <hr /> <a href="https://www.flickr.com/photos/obliot/3476048830/">Foto: obliot</a></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/iONngQpOJp4" height="1" width="1" alt=""/> Rivista Fri, 20 Apr 2018 13:24:19 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/item/4032-articoli-del-numero-2/2018.html La storia d’Italia nel romanzo della sua canzone http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/uKfH6jOcsNY/4030-la-storia-d%E2%80%99italia-nel-romanzo-della-sua-canzone.html https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4030-la-storia-d’italia-nel-romanzo-della-sua-canzone.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/02b93e40a87f77a216584ee602e530cc_S.jpg" alt="La storia d’Italia nel romanzo della sua canzone" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p>Che cos’è stata l’Italia dal secondo dopoguerra fino agli anni Duemila? Da dove venivamo e dove stavamo andando? Cos’erano e cosa volevano gli italiani? Chi li rappresentava e come? Sembrerebbero domande da storico, o da politico. E forse lo sono. Ma le risposte non necessariamente vanno cercate solo nei libri di storia, nei programmi dei partiti o nell’azione dei governi. Spesso queste risposte possono trovarsi dove uno non le immagina. Ad esempio nella musica. Sì, perché l’Italia è il paese della musica, il paese dove tutti, storicamente, cantavano: nei mercati, durante i lavori domestici, nelle botteghe degli artigiani, sotto la doccia, ai matrimoni, intorno a un fuoco sulla spiaggia, nelle cene tra amici, sotto le finestre delle innamorate, nelle feste dei patroni, sui luoghi di lavoro, durante gli addestramenti militari o nelle marce di guerra (soprattutto della Resistenza), a scuola. E si cantava di tutto: dalle canzoni d’amore a quelle politiche e di protesta, dagli stornelli a dispetto a quelli satirici, dalle canzoni dal linguaggio aulico a quelle dialettali.</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p>Puoi acquistare la rivista nelle edicole delle principali città oppure puoi acquistarla&nbsp;<a href="https://www.italianieuropei.it/en/la-rivista/acquista.html">online</a> e riceverla direttamente a casa. E' possibile, inoltre, <a href="https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/abbonati.html">sottoscrivere un abbonamento annuale</a>.</p></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/uKfH6jOcsNY" height="1" width="1" alt=""/> Italianieuropei 2/2018 Tue, 17 Apr 2018 15:55:43 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4030-la-storia-d’italia-nel-romanzo-della-sua-canzone.html Il populismo come moralismo della politica http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/N3oXq9uPeQo/4029-il-populismo-come-moralismo-della-politica.html https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4029-il-populismo-come-moralismo-della-politica.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/81e88cc0ea51deee3c244a6338205ec0_S.jpg" alt="Il populismo come moralismo della politica" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p><b>Un’ombra della democrazia </b></p> <p>Il testo di Jan-Werner Müller, “Che cos’è il populismo?”, recentemente tradotto in Italia con una nota di Nadia Urbinati, rende conto, sottotraccia, della crisi europea e italiana della sinistra. L’autore, professore di Teoria politica all’Università di Princeton, risale ai nessi che tengono insieme il linguaggio, il pensiero e l’azione dei populisti e propone una comprensione <i>politica </i>del fenomeno così come è emerso negli ultimi anni, favorito da «particolari circostanze storiche ». Segnatamente, Müller si prefigge di cogliere le «preoccupazioni degli elettori populisti», nella congiunzione con i gruppi dirigenti, intendendole non come «casi patologici di uomini e donne spinti da frustrazioni, rabbia e risentimento» ma come aspettative di «cittadini liberi e uguali». Una tale comprensione, a suo avviso, costituisce un compito urgente della sinistra, mentre variamente in Europa e nel Nuovo Mondo sembra dissolversi la democrazia dei partiti. Per tali motivi la lettura del libro appare interessante non solo per gli studiosi ma anche per gli osservatori, i militanti e i dirigenti politici.</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p>Puoi acquistare la rivista nelle edicole delle principali città oppure puoi acquistarla&nbsp;<a href="https://www.italianieuropei.it/en/la-rivista/acquista.html">online</a> e riceverla direttamente a casa. E' possibile, inoltre, <a href="https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/abbonati.html">sottoscrivere un abbonamento annuale</a>.</p></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/N3oXq9uPeQo" height="1" width="1" alt=""/> Italianieuropei 2/2018 Tue, 17 Apr 2018 15:55:39 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4029-il-populismo-come-moralismo-della-politica.html Tom Hayden, icona della rivolta americana http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/R6Z6r9NnPa0/4028-tom-hayden-icona-della-rivolta-americana.html https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4028-tom-hayden-icona-della-rivolta-americana.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/02058406974caabade5d1fb485f45dd6_S.jpg" alt="Tom Hayden, icona della rivolta americana" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p>Il Sessantotto statunitense coincide con l’assassinio di Bob Kennedy. Le proteste degli studenti – a differenza di quanto accadde in Europa – erano già esplose nel settembre 1964 con la rivolta di Berkeley (indimenticabile il film “Fragole e sangue” del 1970 di Stuart Hagmann, che ricostruisce una vicenda di quel movimento ambientandola a San Francisco e descrive il pestaggio dei manifestanti da parte della polizia mentre ritmano la canzone “Give peace a chance” scritta da John Lennon). Nel 1965 l’assassinio di Malcom X, leader del movimento degli afroamericani, aveva gettato ulteriore benzina sul fuoco della ribellione contro le discriminazioni razziali, la guerra in Vietnam, la fragilità dei diritti civili e di libertà. Tom Hayden (Detroit 1930-Santa Monica 2016), di origini irlandesi, è stato uno dei leader di quel movimento degli studenti e dei diritti civili fin dall’inizio. Poco più che ventenne, era già entrato a far parte dell’organizzazione antiapartheid Freedom Riders.</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p>Puoi acquistare la rivista nelle edicole delle principali città oppure puoi acquistarla&nbsp;<a href="https://www.italianieuropei.it/en/la-rivista/acquista.html">online</a> e riceverla direttamente a casa. E' possibile, inoltre, <a href="https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/abbonati.html">sottoscrivere un abbonamento annuale</a>.</p></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/R6Z6r9NnPa0" height="1" width="1" alt=""/> Italianieuropei 2/2018 Tue, 17 Apr 2018 15:54:05 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4028-tom-hayden-icona-della-rivolta-americana.html Rudi il più rosso http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/sHY18cjSf4E/4027-rudi-il-pi%C3%B9-rosso.html https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4027-rudi-il-più-rosso.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/6531b8388fa2ad0f5c5aba34b81863bb_S.jpg" alt="Rudi il più rosso" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p>A Berlino c’è una Rudi-Dutschke-Straβe. È nel quartiere di Kreuzberg, vicino al vecchio confine segnato dal Muro, e fa angolo con la Axel-Springer-Straβe. Chiunque conosca un po’ la storia della Germania del dopoguerra e chiunque abbia qualche frequentazione della memoria del Sessantotto è in grado di apprezzare il valore simbolico di quella vicinanza. Non sappiamo se essa fu voluta consapevolmente dall’amministrazione di sinistra che prese la contestata decisione di accogliere Rudi il rosso nella toponomastica cittadina. Forse sì, forse fu un caso. Resta il fatto che quella topografia racconta due storie che si intrecciarono drammaticamente proprio lì, a due passi dal grattacielo che Axel Springer, l’editore, il capitalista d’assalto, il crociato della libertà occidentale contro comunisti e anarchici d’ogni bandiera, aveva fatto costruire a ridosso del Muro, cosicché ogni berlinese dell’Est alzandosi la mattina e andando a letto la sera vedesse che c’era e che cosa stava lì a rappresentare.</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p>Puoi acquistare la rivista nelle edicole delle principali città oppure puoi acquistarla&nbsp;<a href="https://www.italianieuropei.it/en/la-rivista/acquista.html">online</a> e riceverla direttamente a casa. E' possibile, inoltre, <a href="https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/abbonati.html">sottoscrivere un abbonamento annuale</a>.</p></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/sHY18cjSf4E" height="1" width="1" alt=""/> Italianieuropei 2/2018 Tue, 17 Apr 2018 15:42:51 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4027-rudi-il-più-rosso.html David Cameron: ricco, predestinato, fallito http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/i9QjnuUH2og/4026-david-cameron-ricco-predestinato-fallito.html https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4026-david-cameron-ricco-predestinato-fallito.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/cdcfe1cb542202f1e6585f7193c3f6c5_S.jpg" alt="David Cameron: ricco, predestinato, fallito" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p>Questa è la storia di un predestinato, di un giovane rampollo di buona famiglia, che è diventato uno degli uomini più potenti del mondo in pochissimo tempo e che sembrava pronto a trasformarsi in uno dei più importanti primi ministri della storia della Gran Bretagna. Invece, nel volgere di pochi mesi, è diventato un vero e proprio reietto, che sarà ricordato per aver condotto il suo paese in un baratro. Parliamo di David Cameron, ex leader conservatore e primo ministro di Sua Maestà dall’11 maggio 2010 sino al 13 luglio 2016. Ma andiamo con ordine.</p> <p>Il giovane David nasce a Londra il 9 ottobre del 1966, da una ricchissima famiglia: il padre è un celebre investitore della City, mentre la mamma fa parte di una antichissima e nobile famiglia inglese. Cameron può vantare così una discendenza diretta da niente di meno che un re di Inghilterra, Guglielmo IV (il nonno della più famosa regina Vittoria).</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p>Puoi acquistare la rivista nelle edicole delle principali città oppure puoi acquistarla&nbsp;<a href="https://www.italianieuropei.it/en/la-rivista/acquista.html">online</a> e riceverla direttamente a casa. E' possibile, inoltre, <a href="https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/abbonati.html">sottoscrivere un abbonamento annuale</a>.</p></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/i9QjnuUH2og" height="1" width="1" alt=""/> Italianieuropei 2/2018 Tue, 17 Apr 2018 15:42:48 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4026-david-cameron-ricco-predestinato-fallito.html Liliana Segre, attraverso l’indicibile nel silenzio. http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/oSX6-sVxtfE/4025-liliana-segre-attraverso-l%E2%80%99indicibile-nel-silenzio.html https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4025-liliana-segre-attraverso-l’indicibile-nel-silenzio.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/384d40a35806de1d1fe854b3ee846eec_S.jpg" alt="Liliana Segre, attraverso l’indicibile nel silenzio. " /></div><div class="K2FeedIntroText"><p>Le grandi tragedie spesso si annunciano in modo banale o discreto, comunque incomprensibile.<br /><span style="background-color: initial;">Nel bel salotto borghese di Corso Magenta 55, a Milano, dove vive la famiglia Segre, la piccola di casa, super coccolata e viziata da nonni e papà, a otto anni apprende che, a ottobre, non potrà tornare alla sua scuola di via Ruffini. Le leggi razziali hanno deciso per lei, piccola ebrea, l’allontanamento da tutte le scuole pubbliche. Nelle numerose e ricchissime testimonianze sulla sua esistenza di sopravvissuta ai campi di concentramento e alla Shoah, Liliana Segre, la neo senatrice a vita, ricorda quella come la vera cesura tra una vita borghese e l’orrore della guerra e dello sterminio. È un momento fugace, è una notizia forse neppure spiegata per intero alla bambina Liliana, ma che segna l’inizio di una tragedia insieme collettiva, familiare e individuale.</span></p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p>Puoi acquistare la rivista nelle edicole delle principali città oppure puoi acquistarla&nbsp;<a href="https://www.italianieuropei.it/en/la-rivista/acquista.html">online</a> e riceverla direttamente a casa. E' possibile, inoltre, <a href="https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/abbonati.html">sottoscrivere un abbonamento annuale</a>.</p></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/oSX6-sVxtfE" height="1" width="1" alt=""/> Italianieuropei 2/2018 Tue, 17 Apr 2018 15:42:45 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4025-liliana-segre-attraverso-l’indicibile-nel-silenzio.html Le parole di don Tonino Bello http://feedproxy.google.com/~r/italianieuropei/~3/asYGFhQA-20/4024-le-parole-di-don-tonino-bello.html https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4024-le-parole-di-don-tonino-bello.html <div class="K2FeedImage"><img src="https://www.italianieuropei.it//media/k2/items/cache/fae60ae7df930361d387c921e7911069_S.jpg" alt="Le parole di don Tonino Bello" /></div><div class="K2FeedIntroText"><p>«Dimmi, marocchino. Ma sotto quella pelle scura hai un’anima pure tu? Quando rannicchiato nella tua macchina consumi un pasto veloce, qualche volta versi anche tu lacrime amare nella scodella? Conti anche tu i soldi la sera come facevano un tempo i nostri emigranti? E a fine mese mandi a casa pure tu i poveri risparmi, immaginandoti la gioia di chi li riceverà? È viva tua madre? La sera dice anche lei le orazioni per il figlio lontano e invoca Allah, guardando i minareti del villaggio addormentato? Scrivi anche tu lettere d’amore? Dici anche tu alla tua donna che sei stanco, ma che un giorno tornerai e le costruirai un tukul tutto per lei, ai margini del deserto o a ridosso della brughiera? Mio caro fratello, perdonaci. Anche a nome degli ottocentomila emigrati clandestini come te, che sono penetrati in Italia con le astuzie della disperazione, e ora sopravvivono adattandosi ai lavori più umili</p> </div><div class="K2FeedFullText"> <p>Puoi acquistare la rivista nelle edicole delle principali città oppure puoi acquistarla&nbsp;<a href="https://www.italianieuropei.it/en/la-rivista/acquista.html">online</a> e riceverla direttamente a casa. E' possibile, inoltre, <a href="https://www.italianieuropei.it/it/la-rivista/abbonati.html">sottoscrivere un abbonamento annuale</a>.</p></div><img src="http://feeds.feedburner.com/~r/italianieuropei/~4/asYGFhQA-20" height="1" width="1" alt=""/> Italianieuropei 2/2018 Tue, 17 Apr 2018 15:39:02 +0000 https://www.italianieuropei.it/it/italianieuropei-2-2018/item/4024-le-parole-di-don-tonino-bello.html